#SALVIAMOiPARCHI. Firma subito la Petizione alla Camera

#SALVIAMOiPARCHI No alla caccia, al cemento, alla privatizzazione dei Parchi.

No alla caccia, al cemento, alla privatizzazione dei Parchi. Firma subito:  #SALVIAMOiPARCHI

La campagna #SALVIAMOiPARCHI

Dopo l’approvazione in Senato, la Camera dei Deputati discuterà la proposta di legge che rivoluziona (in peggio) la legge sui Parchi.

  1. i Consigli e i Presidenti dei Parchi sarebbero esclusiva espressione della partitocrazia. I cittadini non avrebbero alcuna rappresentanza;
  2. Federparchi (associazione di diritto privato, della quale fanno parte associazioni venatorie, costruttori..) assumerebbe la rappresentanza unica dei Parchi;
  3. sarebbe possibile cacciare, edificare, aprire nuove miniere, strade nelle aree dei Parchi;
  4. i Parchi avrebbero ancora meno fondi. La sopravvivenza degli enti parco viene legata alla distruzione dei parchi stessi, attraverso le “royalties”: canoni che verrebbero versati per lo sfruttamento delle risorse naturali dei Parchi. (approfondisci)

Questo progetto di legge non riforma, ma distrugge i Parchi. Per questo dobbiamo fermarlo #SALVIAMOiPARCHI

Firma subito anche tu, sostieni la campagna: difendi i Parchi!

 

Noi, cittadine e cittadini,
personalità della cultura, delle arti e delle scienze,
Associazioni e Movimenti,
elette ed eletti nelle istituzioni,

RICHIAMANDOCI agli articoli 9, 32, 41 e 42 della Costituzione e in virtù dell’articolo 50 della stessa («Tutti i cittadini possono rivolgere petizioni alle Camere per chiedere provvedimenti legislativi o esporre comuni necessità.») rivolgiamo la presente

PETIZIONE alla Camera dei Deputati

Noi sottoscritte, sottoscritti,

appartenenti a ogni fede religiosa e convinzione politica, ma consapevoli della comune responsabilità per il rispetto della vita e della sua qualità per l’oggi e le prossime generazioni;

richiamando noi stessi e le istituzioni ai principî di civiltà giuridica che individuano nella tutela del Paesaggio e della Cultura prerogativa costituzionale della Repubblica;

ci appelliamo alla Camera dei Deputati perché il progetto di legge di riforma della Legge – quadro sui Parchi venga respinto.

Le modifiche alla legge vigente sono tali e gravi da rendere impossibile alcuna ipotesi o formulazione di singoli emendamenti.

Non ci rappresenta, né condividiamo un dispositivo che mette in mano alla filiera dei partiti la nomina dei Consigli e dei Presidenti dei Parchi, per i quali vengono anche eliminate le necessarie competenze scientifiche per rivestire tale ruolo.

Riteniamo incomprensibile la scelta di affidare la rappresentanza dei Parchi – enti di diritto pubblico – a Federparchi, associazione di diritto privato, della quale fanno parte anche organizzazioni venatorie o legate a interessi speculativi sui parchi.

Gravissima e intollerabile l’abolizione dei Piani di sviluppo sostenibile dei Parchi e l’introduzione delle “Royalties”, canoni che verrebbero versati agli enti parco per lo sfruttamento delle risorse naturali. In questo modo si lega la sopravvivenza degli enti parco alla distruzione dell’ambiente che i parchi dovrebbero tutelare. Una scelta che espropria le comunità locali e trasforma i Parchi in terre di conquista da parte di interessi estranei alla tutela ambientale e delle identità culturali.

Riteniamo di portata devastante questa nuova normativa che apre alla caccia e alla deregulation urbanistica nei parchi. I nuovi regolamenti dei parchi hanno il potere di derogare su tutte le norme di protezione ambientale: anche sulla caccia che viene introdotta in modo surrettizio attraverso il cosiddetto “controllo” venatorio.

Noi sottoscritti, chiediamo quindi alla Camera dei Deputati di respingere un progetto di legge che non riforma, ma distrugge i Parchi.

Chiediamo a tutte le deputate e i deputati di sottoscrivere e fare proprie le ragioni del presente manifesto, adoperandosi perché una larga maggioranza parlamentare, ampia a trasversale, si trovi unita nella difesa dei Parchi.

Firma la PETIZIONE alla Camera dei Deputati

 

Le adesioni al manifesto #SALVIAMOiPARCHI

 

15 Comments

  1. Elsa Luzzatto

    23 gennaio 2017 at 0:38

    Firmato! Inizio a condividere per fermare questa vergogna

  2. Marida Levorin

    23 gennaio 2017 at 0:39

    siamo di fronte all’ennesimo scempio: si vergogni il senato tutto. Speriamo di convincere la camera dei deputati

  3. #SALVIAMOiPARCHI!!

  4. dante falasca

    24 gennaio 2017 at 16:58

    Vergogna assoluta!
    Firmato e diffondo. Grazie per il vostro impegno!

  5. diffondo!
    #SALVIAMOiPARCHI!!!!!

  6. Jessica Karin

    3 febbraio 2017 at 22:18

    La fauna va protetta e rispettata se vogliamo guadagnarci il rispetto di Dio

  7. vincenzo ferraro

    6 febbraio 2017 at 14:56

    Firmato e condiviso. Speriamo di vincere questa battaglia!

  8. Stella Bertelli

    6 febbraio 2017 at 18:07

    M5S, PD, DESTRA.. SIETE VERGOGNOSI! SIETE TUTTI BUONI SOLO A FAR PROPAGANDA PER LE VOSTRE CADREGHE! Possibile che una cosa così enorme la si debba scoprire dagli Ecoradicali? E la stampa dov’è??? Grazie Ecoradicali!!!

  9. Mattia Tolosino

    6 febbraio 2017 at 18:08

    Caro governo, continua così e avrete la guerra civile. Ma le opposizioni dove stanno? Dormono????

  10. Abbiamo già fatto lo sciopero della fame contro il vostro piano di sterminio per i lupi. Ma vedo che bisognerebbe scioperare tutti i giorni. Vergogna!!

  11. Politici siete tutti degli schifosi! Non ha importanza il partito… siete tutti uguali, fate attenzione, la gente sta iniziando ad essere veramente satura di tutto il vostro marcio!!!

  12. egidio de grossi

    18 marzo 2017 at 23:31

    L’ignoranza il malaffare e la disonesta in Italia DILAGA….sono molto pessimista….

  13. SALVIAMO I PARCHI
    SONO LA CASA DEI NOSTRI FRATELLI ANINALI
    i parchi sono i nistri polmoni

  14. Roberto Staricco

    29 marzo 2017 at 0:27

    Potete far vedere da qualche parte in questa petizione quante persone hanno già firmato???!!!!….o sono io che non vedo nulla???
    Grazie!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

© 2017 EcoRadicali

Theme by Anders NorenUp ↑