Berdini si è dimesso. La nostra lettera di solidarietà

Berdini sì è dimesso. Vincono i palazzinari e i loro maggiordomi. EcoRadicali: solidarietà all'ex assessore di una giunta mai nata.

Berdini sì è dimesso. Vincono i palazzinari e i loro maggiordomi. EcoRadicali: solidarietà all’ex assessore di una giunta mai nata.

Caro Paolo,

ti scrivo per esprimerti l’affetto e la solidarietà, prima di tutto umana, a nome delle e degli EcoRadicali, la piccola ma – come sai – combattiva Associazione Radicale Ecologista.
Abbiamo condiviso stancanti riunioni, ma piene di passione civile. Tra sconfitte e qualche vittoria, abbiamo passato gran parte della nostra esistenza politica e civile con l’elmetto in testa. In trincea, in pochi purtroppo, contro la guerra permanente della finanza alla nostra città.
Per tirare un po’ il fiato, abbiamo organizzato il convegno su Nathan perché, a distanza di cent’anni, rappresenta il più alto esempio di buona amministrazione. Ovvero quella che vorremmo e che pretenderemmo.

Paolo Berdini ex assessore di una giunta mai nata

Noi, come sai, non abbiamo mai creduto a Grillo e alla Raggi. Alle comunali ci siamo trovati sul fronte della Sinistra, nei Radicali. Abbiamo cercato di portare avanti le lotte comuni di questi anni e una visione di città per i cittadini. Peraltro eravamo gli unici candidati diretta espressione del Forum “Salviamo il Paesaggio”, lo stesso che oggi piange la tua cacciata ma che non ha voluto o saputo cogliere il varco che le nostre candidature ecologiste offrivano a lotte comuni. Si è preferito salire sul carro del vincitore preannunciato. Quindi, forse, qualche discussione sulla pochezza politica dei “movimenti” andrà prima o poi anche fatta.
Tuttavia abbiamo sperato che la tua nomina ad assessore potesse arginare le derive speculative sullo stadio (e non solo) già ampiamente annunciate dalla stessa Raggi alla vigilia del primo turno e confermate prima del secondo turno.
Adesso è chiaro a tutti quel che ci è apparso chiaro sin dall’inizio.

Così come ci appare chiaro che si debba ripartire da zero. Di nuovo con l’elmetto in testa che non abbiamo mai dismesso.

La cacciata di Berdini ci riguarda tutti

La vicenda dello Stadio travalica la questione urbanistica e diventa un simbolo per difendere Roma ma anche l’Italia. Roma è la cavia rispetto a quel che potrebbe accadere all’intero paese.
Questa Giunta mai nata verrà presto sepolta dalla mediocrità di cui è portatrice ed espressione antropologica. Il cambiamento “take-away”, fabbricato e imposto dai media di regime, si è immediatamente tradotto nella solita gestione morotea del potere. Questa è una lezione che – speriamo – gli italiani colgano. Prima che sia troppo tardi.

Ti aspettiamo in trincea. Ciao Paolo e grazie per quel che hai fatto e soprattutto per quel che non ti hanno permesso di fare.

Fabrizio Cianci
Segretario EcoRadicali – Associazione Radicale Ecologista

16 Comments

  1. Marida Levorin

    15 febbraio 2017 at 16:37

    Una lettera scritta con cuore e testa e che tocca inevitabilmente alcuni nodi politici non affrontati e taciuti fino ad oggi

  2. FRANCESCO BARTOLIN

    15 febbraio 2017 at 16:38

    con l’uscita di berdini cade l’ultima speranza che questa giunta possa effettivamente cambiare qualcosa.

  3. FRANCESCO BARTOLIN

    15 febbraio 2017 at 16:39

    “Questa Giunta mai nata verrà presto sepolta dalla mediocrità di cui è portatrice ed espressione antropologica.”
    Purtroppo è vero..intanto Roma sprofonda

  4. ECORADICALI COVO DI GIUDEI E DI FROCI. FORZA VIRGINIA!

  5. La vostra lettera è appuntita. Ma equa. Va riconosciuto ai Radicali l’onore della coerenza anche in questa vicenda.

  6. si scrive stadio si legge cemento
    ho votato questa amministrazione nella speranza di vedere meno speculazioni
    adesso la sindaca promette che non ci saranno colate di cemento ma estromette Berdini e manda il fido Bergamo a trattare con Parsitalia e finanzieri
    una vicenda assurda.. nel 2014 votarono contro e adesso sono i garanti della speculazione
    #DISPERAZIONE

  7. Daniele Dal Pont

    15 febbraio 2017 at 17:06

    #CEMENTOa5stelle

  8. Berdini doveva essere mandato via subito. Lui dipende dal Sindaco che è espressione del MoVimento. E se il MoVimento dice che lo stadio si fa, lo stadio si fa

    • Davvero? E come mai quando eravate all’opposizione avete votato no e adesso al potere scodinzolate per aggiustare il progetto? Davvero la base cinque stelle è stata chiamata a qualche finta consultazione per cambiare improvvisamente idea?

  9. voi radicali siete ridicoli… difendete gli scarti della societa’ e volete fare la morale a noi m5s.. occupatevi del gay e i trans .. tossici.. carcerati… che a governare ci pensiamo NOI!!!!!!!!!

  10. Tommaso Todini

    15 febbraio 2017 at 17:43

    Ma il vero scandalo è il milione di metri cubi in un’area non edificabile e a rischio esondazioni; oltre il fatto che nel 2014 il M5S votò contro lo stadio e invece oggi è il garante della speculazione. Per il resto, Berdini ha fatto uno scivolone per quelle dichiarazioni, ma ha detto quel che tutti sappiamo e vediamo. I grillini lo avevano messo là per fare il lavoro sporco e siccome non si è piegato, abbiamo oggi una miracolata che oggi si permette di offendere un grande tecnico facendolo passare per un nullafacente.

  11. Onestamente Berdini è uno dei tanti che è salito sul carro del vincitore, ma la solidarietà umana in questo caso è dovuta.

  12. Sullo Stadio, ecco cosa diceva Daniele Frongia, allora capogruppo M5S in Consiglio comunale il 22 dicembre 2014. Evviva la coerenza!
    http://video.repubblica.it/edizione/roma/quando-frongia-nel-2014-disse-no-allo-stadio-della-roma/267754/268149?ref=HREA-1

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

© 2017 EcoRadicali

Theme by Anders NorenUp ↑