Stadio. Da Raggi e M5S ennesimo regalo alla speculazione

Stadio: Raggi dà il via libera. Cubature tagliate del 50%? Semmai sono state aumentate del 500% rispetto alle previsioni del Piano Regolatore.

Cubature tagliate del 50%? Semmai sono state aumentate del 500% rispetto alle previsioni del Piano Regolatore.

Dopo aver detto tutto e il contrario di tutto, alla fine il Movimento di Grillo ha deciso che lo stadio si farà, cercando di presentare quella che è una resa come una vittoria.
La Sindaca Raggi fa disinformazione. Non sono state tagliate le cubature del 50%, semmai sono state aumentate del 500% rispetto alle previsioni del Piano Regolatore.
La Giunta si è piegata ai diktat degli interessi forti, avallando una gigantesca operazione immobiliare al di fuori del Piano Regolatore. Si va ad aggiungere cemento in una città che conta almeno 100mila immobili invenduti.
Si continua a nascondere ai tifosi che la AS Roma non sarebbe proprietaria, ma solo affittuaria. Ai romani rimarrà, piuttosto, l’ennesimo quartiere inutile da mantenere con le proprie tasse.
Il 20 febbraio, gli EcoRadicali hanno inviato l’intero dossier sullo Stadio alla Commissione europea. Abbiamo segnalato quelle che a nostro avviso rappresentano gravi carenze e violazioni del Diritto comunitario.
Ma questo è solo l’inizio. La vicenda dello Stadio è l’ennesimo capito della storia – tutta italiana – dell’urbanistica contrattata e al di fuori dei piani urbanistici. Tale tradizione è causa primaria del consumo di suolo e della condizione generalizzata di dissesto del territorio italiano, nonché della scarsa efficienza e qualità della vita di tutte le città italiane: Roma prima di tutte.
Sono davvero inutili le promesse della Sindaca circa il ricorso alla bioedilizia e al “risparmio energetico”: una foglia di fico per dare una parvenza “green” a quella che rimane in ogni caso a una speculazione edilizia.
Per queste ragioni, promuoveremo ulteriori iniziative. Siamo favorevoli che Roma e Lazio abbiano stadi propri come nel resto d’Europa ma questi devono essere localizzati nelle aree previste, anche per cogliere l’occasione di riqualificare aree già compromesse. Prima ancora che tifosi, siamo cittadini.

Fabrizio Cianci
Segretario EcoRadicali – Associazione Radicale Ecologista

3 Comments

  1. Daniele Dal Pont

    25 febbraio 2017 at 19:46

    Come al solito, bisogna imbattersi negli EcoRadicali per avere un po’ di corretta informazione nel mare di propaganda

  2. Che delusione dai cinquestelle

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

© 2017 EcoRadicali

Theme by Anders NorenUp ↑