Scacciamoli Per una nuova legge sulla caccia: dalla parte dei diritti di tutti!

Quando si parla di caccia, immediatamente il nostro pensiero va agli animali e agli innumerevoli morti e feriti. Queste sono le vittime più visibili della caccia.
Poi ci sono le vittime invisibili e inconsapevoli. E siamo tutti noi.

La caccia in cifre: divertimento per pochi, costi per tutti

La fauna non è dei cacciatori.
150 milioni di animali considerati dalla legge «patrimonio indisponibile della Repubblica» vengono sterminati ogni anno per il divertimento di una minoranza.

Piombo, arsenico e plastica: nei nostri piatti.
17mila tonnellate di piombo, 510 tonnellate di antimonio, 85 di arsenico rilasciate nell’ambiente attraverso le munizioni. 300 milioni di cartucce che producono 6mila tonnellate di plastica disperse nell’ambiente. Sostanze tossiche che entrano nella catena alimentare e che ritroviamo sulle nostre tavole.

884 morti e feriti dal 2007 ad oggi.
Se si considera che l’esercizio venatorio è distribuito su 55 giornate effettive l’anno, la caccia produce un morto ogni settimana e un ferito ogni giorno, in gran parte cacciatori, ma anche passanti, agricoltori, turisti: e perfino bambini.

Incalcolabili i danni all’agricoltura e al turismo.
Danni alle colture, provocati dai cacciatori e dai ripopolamenti pagati con i soldi di tutti per il divertimento dei pochi; riduzione delle presenze nelle strutture turistiche diffuse durante la stagione di caccia.

80% è il numero degli italiani che si dichiara contro la caccia e, crediamo, che la volontà popolare dovrebbe essere rispettata.

La nostra Costituzione tutela il patrimonio artistico e culturale, la proprietà privata, il diritto alla salute, il diritto all’impresa, il diritto alla sicurezza.
La caccia non è un diritto costituzionale.

Scacciamoli: per una nuova legge sulla caccia

A 25 anni dal referendum, su impulso di EcoRadicali, il movimento radicale torna in prima linea nella battaglia sulla caccia, con una legge che riscrive totalmente le regole.
Scacciamoli è la campagna di sostegno, finalizzata all’approvazione della Proposta di Legge depositata alla Camera che punta a restituire diritti a tutti, attraverso obiettivi precisi.

DIFESA DELLA PROPRIETÀ PRIVATA. Abolizione del “diritto” dei cacciatori di introdursi nei fondi agricoli, senza il consenso dei proprietari. Libertà di adesione ai Piani Faunistico Venatori da parte degli agricoltori.

TUTELA DEL PAESAGGIO E DELL’AMBIENTE.  Abolizione della caccia nelle aree tutelate per legge (aree boscate, coste, laghi, fiumi, aree archeologiche e di pregio paesistico, beni culturali puntuali, negli Appennini oltre i 1200 metri, nelle Alpi oltre i 1600 metri) prevedendo, una ulteriore fascia di rispetto di 500 metri. Strutture per la caccia da appostamento: di norme contro l’abusivismo.

VALORIZZAZIONE DEL TURISMO. Abolizione della caccia nei distretti turistici e nelle aree di pertinenza delle strutture turistiche.

SICUREZZA E SALUTE. Abolizione delle munizioni in piombo, aumento delle distanze di sicurezza; equiparazione delle norme per il rilascio e il rinnovo della licenza di caccia a quelle della patente di guida. Divieto di caccia in caso di nebbia, punibilità per chi esercita la caccia in stato di ebbrezza.

TUTELA DELLA FAUNA. Abolizione dell’allevamento, commercio e importazione di animali a fini venatori; abolizione dei richiami vivi; bracconaggio elevato a reato penale. Divieto di accesso alle organizzazioni venatorie negli enti di controllo e gestione, nei corpi di guardia faunistica e ambientale, abolendo quindi ogni conflitto d’interesse.

Come sostenere la campagna Scacciamoli

Sostenendo EcoRadicali
con la tua iscrizione o con una donazione libera
seguendoci su Facebook e Twitter
inviando la tua adesione alla campagna